Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


Lascia un commento

Adiconsum in TV

Vi informiamo che Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, parteciperà alle trasmissioni:

  1. TGcom24 alle ore 16.30 oggi, Venerdì 17 Gennaio, per parlare del risarcimento Costa Crociere;
  2. Fuori Tg” in onda su Rai 3 dalle ore 12:25 alle ore 13:00, Lunedì 30 Gennaio, per parlare di truffe della casa;
  3. Coffee Break in onda su La7 dalle ore 9.45 alle 11.00, Lunedì 30 Gennaio, per parlare del decreto sulle semplificazioni;
Annunci


Lascia un commento

Costa Crociere: istruzioni per il risarcimento. Adiconsum attiva mail e tel dedicati, anche per i passeggeri stranieri

Risarcimenti: istruzioni per l’uso

Adiconsum ha attivato una mail e un telefono dedicato

I passeggeri stranieri possono contattare il Centro Europeo Consumatori
A seguito dell’Accordo tra Adiconsum e altre Associazioni Consumatori con Astoi-Costa Crociere, ecco nel dettaglio il risarcimento concordato che otterrà ogni passeggero: 
 
·       un indennizzo pari ad 11.000,00 (undicimila/00) euro a persona a titolo di indennizzo, a copertura di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, ad esclusione della possibile perdita dei beni contenuti nella cassaforte delle cabine che verranno recuperati e riconsegnati ai passeggeri ove possibile, in caso contrario un ulteriore indennizzo sarà considerato.
 
Tale indennizzo non è diretto alle famiglie dei passeggeri deceduti o scomparsi ed ai passeggeri che hanno subito lesioni che hanno comportato ricovero ospedaliero, i cui risarcimenti saranno trattati in via autonoma.
 
Il pagamento delle somme avverrà entro 7 (sette) giorni dal ricevimento dell’originale della quietanza firmata.

Inoltre Costa Crociere ha accordato ai clienti: 
1.    il rimborso integrale del valore della crociera, comprensivo delle tasse portuali (per il pacchetto viaggio il costo medio è di 600,00 euro – costo massimo cabina 1.000,00);
2.    il rimborso dei transfer aerei e bus, inclusi nella pratica crociera (costo medio 200,00 euro);
3.    il rimborso totale delle spese di viaggio sostenute per il rientro (costo medio 100,00 euro);
4.    il rimborso di eventuali spese mediche sostenute (costo medio 50,00 euro);
5.    il rimborso delle spese sostenute durante la crociera – conto a bordo (costo medio 600,00 euro);
6.    indennizzo su polizza assicurativa stipulata dal 91% dei passeggeri (1.300,00 euro).
 
La somma di cui ai punti 1-6 è pari ad euro 2.850,00 euro (costo medio stimato), che sommata agli 11.000,00 euro, porta ad un risarcimento di circa 14.000,00-15.000,00 euro.
 
Adiconsum ha attivato una mail dedicata per tutti i consumatori che vogliono aderire a tale offerta:
 
È altresì possibile contattare le sedi Adiconsum  e ricevere informazioni contattando:
tel. 06.44170273
dal lunedì al venerdì – ore 09.00 – 17.00
 
I passeggeri stranieri potranno anche rivolgersi per informazione ed assistenza al:
 
Centro Europeo Consumatori
telefono: 06.44238090
dal lunedì al venerdì – ore 09.00 – 17.00
e-mail: info@ecc-netitalia.it

Turismo – COSTA CROCIERE-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1569.


Lascia un commento

CARTE DI PAGAMENTO: AL VIA PROGETTO “FACILE & SICURO”

CARTE DI PAGAMENTO: AL VIA PROGETTO “FACILE & SICURO”

 

USO DELLE CARTE DI CREDITO:
AL VIA FACILE&SICURO
 
Il Movimento Difesa del Cittadino e Adiconsum in collaborazione con UniCredit
lanciano un progetto per promuovere l’utilizzo consapevole della moneta elettronica
 
“E’ la prima risposta per informare i cittadini sulle novità introdotte dalla Legge Salva Italia”
 
Roma, 27 gennaio – PIN, POS, ATM, phishing, skimmer, boxing, sono parole sconosciute a molti cittadini. Tutte hanno in comune però l’uso delle carte di credito e del bancomat, i grandi vantaggi e i possibili rischi che questo utilizzo comporta.
Il significato di queste parole e molto altro è oggetto del progetto Facile&Sicuro presentato oggi nella conferenza stampache si è svolta a Roma presso la Sala Donghi, in Via Alessandro Specchi.
 
Facile&Sicuro è realizzato dal Movimento Difesa del Cittadino e Adiconsum nell’ambito dell’iniziativa Noi&UniCredit che UniCredit gestisce dal 2008 con 12 Associazioni dei Consumatori ed in linea con le attività di Educazione bancaria e finanziaria che il Gruppo porta avanti con un programma dedicato (In-Formati).
Facile & Sicuro ha l’obiettivo di approfondire i motivi dell’uso poco frequente dei sistemi di pagamento elettronici e diffondere la cultura della moneta elettronica. Da uno studio dell’Osservatorio e-Committee dell’ABI (2010) l’Italia risulta notevolmente al di sotto della media europea nell’uso dei pagamenti elettronici attraverso bancomat e carte di credito.
Alla luce della recente Legge del Governo Monti, la cosiddetta “Salva Italia” che ha introdotto il divieto di pagamento in contanti per le pensioni pari o superiori ai 1000 euro e che obbligherà molti cittadini ad aprire un conto corrente (e possedere una carta di pagamento) appare ancora più necessario sensibilizzare opportunamente sull’uso della moneta elettronica.
Facile&Sicuro è la prima risposta alla Legge “Salva Italia” per informare i cittadini su come adeguarsi alla nuova normativa che renderà più diffuso l’utilizzo dei conti correnti e della moneta elettronica anche tra i cittadini più anziani – ha dichiarato Antonio Longo Presidente del Movimento Difesa del Cittadino.
Iniziative congiunte di questo tipo – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – nascono dal comune obiettivo di rendere i consumatori più consapevoli e capaci di realizzare scelte responsabili e sostenibili. Facile&Sicuro rientra nel più ampio accordo “Noi&UniCredit” che il Gruppo bancario ha intrapreso da tempo con le Associazioni dei Consumatori attraverso attività strutturate e diverse iniziative sul territorio.
Da tempo – dichiara Unicredit – stiamo sviluppando iniziative congiunte con le Associazioni dei Consumatori finalizzate ad incrementare la nostra trasparenza e a trasferire maggiore consapevolezza in capo ai Cittadini Consumatori. Il progetto di cui oggi parliamo, in linea con il più ampio programma di Educazione Bancaria “In-Formati ha proprio lo scopo di rendere più “Facile&Sicuro” l’utilizzo di carte di Credito e Bancomat. Facile perché le informazioni che daremo aiuteranno tutte le persone (anche le meno giovani) a conoscere le potenzialità di questi più che sperimentati mezzi di pagamento.
Sicuro perché insegneremo solo poche regole che se conosciute e rispettate renderanno l’utilizzo delle  carte più sicure del contante. Questa iniziativa vuole essere un modo per essere al fianco di quei cittadini direttamente coinvolti dai recenti provvedimenti anti evasione in materia di limitazione di utilizzo del contante”.
Il progetto prevede dei seri incontri con i cittadini e le categorie produttive, l’attivazione di un numero verde e la realizzazione della Giornata Nazionale di “Facile&Sicuro” che vedrà la presenza delle associazioni con dei punti informativi in 20 città italiane. E’ stata realizzata inoltre la Guida di “Facile&Sicuro” distribuita in occasione degli incontri e scaricabile anche dai siti delle due Associazioni e di UniCredit.
SCARICA LA GUIDA
SCARICA IL PIEGHEVOLE

viaCredito – CARTE DI PAGAMENTO: AL VIA PROGETTO “FACILE & SICURO”-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1570.


Lascia un commento

TLC

Sanzioni dell’Agcom primi 10 mesi per 7 milioni di euro
Pietro Giordano, Adiconsum: “Istituire un Fondo di Conciliazione e di solidarietà, dove far confluire i soldi delle multe elevate,
a beneficio dei consumatori”

Bene le multe, ma non basta – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale – Non è possibile, infatti, continuare a finanziare unicamente i Corecom con costi aggiuntivi per i consumatori e per le aziende in presenza invece della possibilità di risolvere i contenziosi impresa telefoniche -consumatori con la conciliazione paritetica, riconosciuta dalla UE come best practice e a costo zero per gli utenti.

Adiconsum, unitamente ad altre associazioni consumatori – prosegue Giordano – ribadisce che le multe devono tornare a beneficio dei consumatori. In questo senso propone l’istituzione di un Fondo di conciliazione e di solidarietà alimentato con i soldi di tali multe e con una parte dei milioni di euro versati dalle compagnie telefoniche per mantenere l’Agcom. Si realizzerebbe così un fondo stabile e rotativo capace di risolvere, in via conciliativa, i contenziosi a costo zero per i consumatori e per le aziende, e al contempo intervenire a favore di quelle famiglie in stato di indigenza economica che non possono pagare le bollette telefoniche per il servizio universale.