Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


Lascia un commento

PASSAGGIO AL DIGITALE

 

Il ministro Passera non convoca il Comitato Nazionale Italia Digitale per lo switch off delle 6 regioni.

Pietro Giordano, Adiconsum: “Inaccettabile la mancata convocazione del Comitato nazionale Digitale per lo switch off delle ultime 6 regioni. Anche gli ultimi switch off meritano impegno da parte di tutti gli attori coinvolti”

Adiconsum vigilerà e continuerà a prestare la propria assistenza ai consumatori interessati dallo switch off.

Passaggio al digitale delle ultime 6 regioni italiane (Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia) avverrà (almeno al momento in cui scriviamo) senza confronto tra gli stakeholders coinvolti. Non solo, anche i relativi gruppi di lavoro non sono più stati convocati.

Dispiace constatare la mancata convocazione del Comitato nazionale Digitale (CNID) da parte del ministro Passera – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – Gli argomenti di discussione non sarebbero mancati visti i problemi delle frequenze da assegnare ai telefonici, le proteste delle tv locali e il beauty contest.

La mancata convocazione del CNID ha poi come conseguenza ancora più grave – prosegue Giordano – la mancata convocazione del gruppo di lavoro dedicato all’assistenza degli utenti, la cui valenza ben conoscono i consumatori che già sono passati al digitale.

Per questi ultimi switch off, le Regioni si organizzeranno, quindi, autonomamente, senza uno scambio di opinioni e un coordinamento. Unico garante di uniformità di intervento è il Ministero dello Sviluppo Economico senza, però, l’ausilio delle associazioni consumatori.

Adiconsum dà fin da ora la propria disponibilità alle Regioni per la propria parte di competenza continuando a vigilare e a prestare la propria assistenza ai consumatori.

Adiconsum dà la propria disponibilità alla Regioni.

Adiconsum intende sfatare la logica secondo cui i prossimi switch off, essendo gli ultimi – conclude Giordano – non necessitino di grande impegno e attenzione, perché potrebbe essere deleterio e dannoso per i consumatori.