Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


3 commenti

CANONE RAI: ARRIVA L’AUMENTO

C’è tempo fino al 31 gennaio. Ecco tutte le modalità di pagamento

Il canone Rai 2012 aumenta. Il nuovo importo è di 112,00, con un aumento di 1,50 euro rispetto all’anno precedente derivato dall’adeguamento al tasso di inflazione.
Adiconsum ricorda che nonostante l’uso non corretto della dicitura “canone RAI”, non si tratta di un abbonamento alla Rai, ma di una tassa di possesso dell’apparecchio televisivo e come tale va pagata.
Il pagamento deve avvenire entro il 31 gennaio 2012; il ritardo verrà sanzionato con una penale pari al numero di giorni di ritardo, oltre all’importo annuale per intero.
Adiconsum ricorda che è possibile pagare il canone Rai a rate, suddividendo l’importo:
·         o in due rate semestrali da 57,16 euro ciascuna: la prima da pagare entro il 31 gennaio 2012, la seconda entro il 31 luglio 2012;
·         oppure in quattro rate trimestrali da 29,76 euro con scadenze al 31 gennaio 2012, 30 aprile 201, 31 luglio 2012 e 31 ottobre 2012.
Ci sono, inoltre, diversi modi per pagare il canone Rai:
·         attraverso bollettino postale c/c 3103 intestato ad Agenzia delle Entrate SAT Rinnovo abbonamento TV, (costo del servizio: 1,03); con addebito sul conto BancoPosta o con carta Postepay o con carta di credito il costo è uguale al 2% del totale;
·         al telefono, con addebito su carta di credito, chiamando il numero verde 800.191.191 (costo dell’operazione:  2,42 euro);
·         nelle ricevitorie Sisal (costo dell’operazione: 1,55 euro);
·         nelle tabaccherie con servizio Lottomatica (costo dell’operazione: 1,55 euro);
·         via Internet: con carte di credito (costo del servizio tra 1,90 e 2,32 euro, in base ai diversi Istituti di credito);
·         via Internet con addebito bancario(costo del servizio: fino a 3,00 euro, a seconda della banca);
·         con  Bancomat presso gli sportelli automatici delle banche (costo servizio: fino a 3,00 euro).
Sono esenti da questa tassa, coloro che hanno compiuto almeno 75 anni di età, con reddito 2011 inferiore a 6.713.98 euro.