Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


Lascia un commento

ADI – TG 29 Luglio 2011

Carissimi, è online l’ultima edizione del Tg Adiconsum.

Vi ricordiamo che è possibile seguirlo sui siti http://tv.adiconsum.it e www.adiconsum.it

Volo aereo cancellato, che fare? E perché in autostrada costa tutto più caro?

sono i temi trattati dalle rubriche:

1 problema 1 soluzione” e “Una domanda a…” in questa edizione.


Ma anche il rogo alla stazione Tiburtina, gli aumenti delle rate dei mutui a tasso variabile e la proroga della sospensione del mutuo, la richiesta del taglio delle accise dimenticate dei carburanti, sono i temi trattati nell’ultima edizione del Tg Adiconsum.


I titoli dei servizi nel dettaglio:

  • Varata la manovra: a pagarla sono ancora una volta i consumatori – con Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum

  • Caro carburanti: è ora di tagliare le accise dimenticate – con Cinzia  Franchini, presidente CNA Fita

  • Rate mutui a tasso variabile: dalla prossima scadenza saranno più care –  con Fabio Picciolini, Consigliere Adiconsum

  • Enac: le iniziative a tutela dei viaggiatori aerei disabili – con Giuseppe Daniele Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti di Enac


Inoltre servizi "speakerati":

  • Rogo stazione Tiburtina: Adiconsum ha chiesto incontro a Ferrovie

  • Mutui: la sospensione delle rate può essere richiesta fino al 31 dicembre

  • Blackout informatico Poste: pronto il modulo per la richiesta del rimborso

 

Buona Visione!!

 

 

 


ADI – TG 29 Luglio 2011-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1462.


Lascia un commento

ADI – TG 29 Luglio 2011

Carissimi, è online l’ultima edizione del Tg Adiconsum. Vi ricordiamo che è possibile seguirlo sui siti http://tv.adiconsum.it e www.adiconsum.it

Volo aereo cancellato, che fare? E perché in autostrada costa tutto più caro? sono i temi trattati dalle rubriche “1 problema 1 soluzione” e “Una domanda a…” in questa edizione.
Ma anche il rogo alla stazione Tiburtina, gli aumenti delle rate dei mutui a tasso variabile e la proroga della sospensione del mutuo, la richiesta del taglio delle accise dimenticate dei carburanti, sono i temi trattati nell’ultima edizione del Tg Adiconsum.
I titoli dei servizi nel dettaglio:
· Varata la manovra: a pagarla sono ancora una volta i consumatori – con Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum

· Caro carburanti: è ora di tagliare le accise dimenticate – con Cinzia Franchini, presidente CNA Fita

· Rate mutui a tasso variabile: dalla prossima scadenza saranno più care – con Fabio Picciolini, Consigliere Adiconsum

· Enac: le iniziative a tutela dei viaggiatori aerei disabili – con Giuseppe Daniele Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti di Enac

Inoltre servizi “speakerati”:

Rogo stazione Tiburtina: Adiconsum ha chiesto incontro a Ferrovie

Mutui: la sospensione delle rate può essere richiesta fino al 31 dicembre

Blackout informatico Poste: pronto il modulo per la richiesta del rimborso

BUONA VISIONE!


Lascia un commento

Inflazione: I prezzi alimentari calmierano gli aumenti vertiginosi dei carburanti

 

Roma, 29 luglio 2011

 

 

INFLAZIONE

 

I prezzi alimentari calmierano gli aumenti vertiginosi dei carburanti

 

Pietro Giordano, Adiconsum: “Preoccupati dai dati Istat,

ribadiamo con forza al Sottosegretarlo Saglia

la richiesta di convocazione del tavolo con petrolieri e Consumatori.

Indispensabile il taglio delle accise per fermare la spirale crisi-inflazione

 

 

 

Siamo al paradosso! – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – Il tasso di inflazione cresce a fronte di una crescita esponenziale dei costi energetici, primi fra tutti quelli dei carburanti, e il prezzo dei prodotti alimentari finiscono col calmierare il tasso d’inflazione. È la dimostrazione “plastica” di come paradossalmente i ceti meno abbienti finiscono col pagare il conto di chi è più ricco.

 

Lo stesso aumento dell’inflazione produce nel tempo anche un aumento dei tassi di interesse da parte della BCE, con l’effetto di pesare gravemente sui mutui variabili delle famiglie italiane, che sempre di più vedono mettere all’asta le loro abitazioni, bene primario per un’esistenza dignitosa.

 

Adiconsum chiede, ancora una volta, al sottosegretario Saglia la convocazione del tavolo con petrolieri e associazioni dei consumatori per trovare soluzioni ad un processo di aumento vertiginoso della spesa energetica a carico delle famiglie italiane.

 

Un taglio alla tassazione sui carburanti – conclude Giordano – è ormai indispensabile se si vuole fermare la spirale perversa crisi-inflazione.

http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1459

 

 


Lascia un commento

Trasporti – Rogo Tiburtina-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1457

 

Roma, 25 luglio 2011

 

ROGO TIBURTINA

Pietro Giordano, Adiconsum: “Accelerare il completamento della stazione Tiburtina”

 

Adiconsum chiede incontro a Trenitalia e Ferrovie dello Stato per risarcire i passeggeri

 

Istituire Fondo Bilaterale Paritetico FS-Consumatori

 

 

L’incendio alla Stazione Tiburtina – dichiara Pietro Giordano Segretario Generale di Adiconsum – è un ulteriore grave colpo al turismo italiano ed al pendolarismo già pesantemente penalizzato da un servizio regionale spesso inefficiente ed inefficace.

 

Adiconsum chiede a Ferrovie dello Stato ed a Trenitalia un piano straordinario di investimenti per l’accelerazione del completamento della stazione Tiburtina, snodo centrale per una velocizzazione ed una razionalizzazione del trasporto ferroviario nella capitale ed in tutto il Paese.

 

Adiconsum chiede un immediato incontro con Trenitalia e Ferrovie dello Stato, per realizzare un risarcimento dei passeggeri e dei turisti, sul modello di quanto già avvenuto con Autostrade e Poste, attivando la commissione di conciliazione dei contenziosi già esistente e pattuita con il Gruppo.

 

Adiconsum – continua Giordano – ribadisce la proposta della costituzione di un Fondo Bilaterale Paritetico tra il Gruppo Ferroviario e le Associazioni dei Consumatori, che realizzerebbe risarcimenti e rimborsi totali e non parziali, anche in occasione di eventi imprevedibili come incendi, eventi atmosferici, ecc..

 

Basterebbero pochi centesimi a tratta ferroviaria per realizzare un fondo di solidarietà di milioni di euro, capace di risarcire i consumatori nei casi citati e di non gravare sui costi generali delle aziende ferroviarie, evitando effetti negativi sul servizio e sulla stessa occupazione dei dipendenti del trasporto ferroviario.

 

Trasporti – Rogo Tiburtina-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1457.


1 Commento

Commercio – Dati Istat: Dati che le famiglie conoscono sulla pelle

 

Roma, 22 luglio 2011

COMMERCIO

Dati Istat commercio al dettaglio di maggio:

-0.1% rispetto ad aprile e -0.6% in un anno

Dati che le famiglie conoscono sulla pelle

Pietro Giordano, Adiconsum: “Urgono vere liberalizzazioni. La rinascita del Paese non può passare attraverso il taglio ai redditi dei lavoratori dipendenti e pensionati e la salvaguardia delle caste dei politici e degli ordini professionali.

È il momento che la classe dirigente dia segno

di una reale volontà di cambiamento”

 

 

Il calo delle vendite al dettaglio rilevato dall’Istat – dichiara Pietro Giordano Segretario Generale di Adiconsum –  è l’ennesimo segno di una economia stagnante che non riesce a decollare, grazie ai lacci e lacciuoli che un Governo che si diceva liberale dovrebbe recidere.

 

Secondo Adiconsum è indispensabile una grande stagione di liberalizzazioni, dagli ordini professionali all’energia, passando anche dal taglio dei costi della Politica e da una seria lotta all’evasione fiscale.

 

Ma questo – continua Giordano – è il Parlamento delle decine di avvocati e notai che attraverso il ricatto politico, blocca i deboli segni di liberalizzazione, come è avvenuto solo qualche giorno fa in occasione del varo della manovra.

 

Accanto alle caste dei politici, non si possono chiudere gli occhi davanti a caste di professionisti come avvocati, notai, medici, ecc., che coperti dai propri ordini professionali, spadroneggiano ai danni dei consumatori con parcelle esose e che spesso non denunciano al fisco!

 

La rinascita del Paese – conclude Giordano – non può risolversi passando per la strada dei tagli ai redditi dei soliti noti: lavoratori dipendenti e pensionati.  È il tempo di una grande stagione di liberalizzazioni, reali e non nominali, ma è anche il tempo che la classe dirigente italiana, che non è fatta solo da politici, dia l’esempio personale e collettivo di una reale volontà di cambiamento.

Commercio – Dati Istat: Dati che le famiglie conoscono sulla pelle-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1456.