Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


1 Commento

INFLAZIONE: TUTTA COLPA DEI CARBURANTI

INFLAZIONE

Inflazione: quasi il 100% in più rispetto al 2010
Pietro Giordano, Adiconsum: “Impossibile continuare con gli aumenti indiscriminati dei carburanti che si ripercuotono inevitabilmente sui prezzi dei prodotti indispensabili per i consumatori. Il Governo tagli le accise  e i petrolieri blocchino gli aumenti dei carburanti.
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico convochi subito un tavolo concertativo con associazioni consumatori e petrolieri
Come previsto da Adiconsum, purtroppo – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale –  il tasso di inflazione in un anno è quasi raddoppiato e causa e colpa di questo aumento è la lievitazione “anomala” dei prezzi carburanti più volte da noi contestata.
L’aumento delle accise e dell’Iva come era prevedibile e previsto – prosegue Giordano –  pesa enormemente su tutta la filiera dei prodotti trasportati su gomma e non solo, oltreché sull’aumento dei servizi come ad es. il trasporto aereo.
Non è possibile che il Governo continui a rastrellare risorse per coprire il debito pubblico aumentando accise e tassazione, a loro volta aumentate anche da parte di alcune regioni.
Queste misure – continua Giordano – finiscono con l’avere un effetto recessivo, anziché di crescita, sull’economia sviluppando tassi d’inflazione che uniti alla recessione in atto hanno costi pesantissimi sui consumatori e sulle stesse uscite economiche del Governo (costi della PA, ecc.), né servono le “furbizie” dei petrolieri che aumentano il prezzo del gasolio di 8,5 punti percentuali in più rispetto al prezzo della benzina.
Adiconsum –  – conclude Giordano – reputa indispensabile e urgentissima la convocazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico di un tavolo concertativo  con petrolieri e associazioni consumatori per trovare soluzioni che ridimensionino i prezzi dei carburanti ormai schizzati alle stelle.


Lascia un commento

Inflazione: I prezzi alimentari calmierano gli aumenti vertiginosi dei carburanti

 

Roma, 29 luglio 2011

 

 

INFLAZIONE

 

I prezzi alimentari calmierano gli aumenti vertiginosi dei carburanti

 

Pietro Giordano, Adiconsum: “Preoccupati dai dati Istat,

ribadiamo con forza al Sottosegretarlo Saglia

la richiesta di convocazione del tavolo con petrolieri e Consumatori.

Indispensabile il taglio delle accise per fermare la spirale crisi-inflazione

 

 

 

Siamo al paradosso! – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – Il tasso di inflazione cresce a fronte di una crescita esponenziale dei costi energetici, primi fra tutti quelli dei carburanti, e il prezzo dei prodotti alimentari finiscono col calmierare il tasso d’inflazione. È la dimostrazione “plastica” di come paradossalmente i ceti meno abbienti finiscono col pagare il conto di chi è più ricco.

 

Lo stesso aumento dell’inflazione produce nel tempo anche un aumento dei tassi di interesse da parte della BCE, con l’effetto di pesare gravemente sui mutui variabili delle famiglie italiane, che sempre di più vedono mettere all’asta le loro abitazioni, bene primario per un’esistenza dignitosa.

 

Adiconsum chiede, ancora una volta, al sottosegretario Saglia la convocazione del tavolo con petrolieri e associazioni dei consumatori per trovare soluzioni ad un processo di aumento vertiginoso della spesa energetica a carico delle famiglie italiane.

 

Un taglio alla tassazione sui carburanti – conclude Giordano – è ormai indispensabile se si vuole fermare la spirale perversa crisi-inflazione.

http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1459