Adiconsum

Consumatori informati… Consumatori tutelati!!


Lascia un commento

MALTEMPO


Pietro Giordano, Adiconsum: il Paese del sole, della pizza e del mandolino messo in ginocchio dal maltempo

Treni, strade, autostrade, energia elettrica e riscaldamenti in tilt per l’inadeguatezza nella gestione delle emergenze

Il Ministero dei Trasporti convochi tutte le aziende concessionarie e le Associazioni dei Consumatori

Il Premier intervenga sull’inefficienza della protezione civile

Viviamo in un Paese – dichiara Pietro Giordano, Segretario generale di Adiconsum – che non è pronto e non riesce a gestire le emergenze; un Paese senza coordinamento tra i vari Ministeri e le singole amministrazioni pubbliche, ognuna intenta a coltivare il proprio orticello.

Un Paese con gravi dissesti idrogeologici e con enormi inefficenze in merito a eventi atmosferici o geologici, incapace di affrontare una qualsiasi emergenza, siano esse le alluvioni che hanno colpito la Liguria come il messinese, siano i blocchi dei trasporti urbani, extraurbani, ferroviari o energetici.

Un Paese – continua Giordano – che dà in concessione ad aziende private o pseudo tali, i gioielli di famiglia pagati dai contribuenti, ai quali però quando vengono sepolti dalla neve o al freddo su un vagone ferroviario, le stesse aziende dichiarano di voler rimborsare al massimo il biglietto del treno dopo quattro ore di ritardo.

Raccordi, tangenziali e strade urbane che diventano trappole a volte mortali, per gli automobilisti che tentano di rientrare nelle loro abitazioni.

Una Protezione civile o sommersa dagli scandali o sommersa dalla neve.

Il Governo convochi subito le aziende concessionarie e le Associazioni dei consumatori, per un equo indennizzo per i disservizi subiti dai consumatori.

Le Regioni, non paghino ai concessionari parte degli oneri di concessione a loro carico e li destinino all’istituzione di fondi per il risarcimento dei consumatori.

Non si può continuare con Concessionari che privatizzano gli utili e socializzano le perdite.


Lascia un commento

Costa Crociere: istruzioni per il risarcimento. Adiconsum attiva mail e tel dedicati, anche per i passeggeri stranieri

Risarcimenti: istruzioni per l’uso

Adiconsum ha attivato una mail e un telefono dedicato

I passeggeri stranieri possono contattare il Centro Europeo Consumatori
A seguito dell’Accordo tra Adiconsum e altre Associazioni Consumatori con Astoi-Costa Crociere, ecco nel dettaglio il risarcimento concordato che otterrà ogni passeggero: 
 
·       un indennizzo pari ad 11.000,00 (undicimila/00) euro a persona a titolo di indennizzo, a copertura di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali subiti, ad esclusione della possibile perdita dei beni contenuti nella cassaforte delle cabine che verranno recuperati e riconsegnati ai passeggeri ove possibile, in caso contrario un ulteriore indennizzo sarà considerato.
 
Tale indennizzo non è diretto alle famiglie dei passeggeri deceduti o scomparsi ed ai passeggeri che hanno subito lesioni che hanno comportato ricovero ospedaliero, i cui risarcimenti saranno trattati in via autonoma.
 
Il pagamento delle somme avverrà entro 7 (sette) giorni dal ricevimento dell’originale della quietanza firmata.

Inoltre Costa Crociere ha accordato ai clienti: 
1.    il rimborso integrale del valore della crociera, comprensivo delle tasse portuali (per il pacchetto viaggio il costo medio è di 600,00 euro – costo massimo cabina 1.000,00);
2.    il rimborso dei transfer aerei e bus, inclusi nella pratica crociera (costo medio 200,00 euro);
3.    il rimborso totale delle spese di viaggio sostenute per il rientro (costo medio 100,00 euro);
4.    il rimborso di eventuali spese mediche sostenute (costo medio 50,00 euro);
5.    il rimborso delle spese sostenute durante la crociera – conto a bordo (costo medio 600,00 euro);
6.    indennizzo su polizza assicurativa stipulata dal 91% dei passeggeri (1.300,00 euro).
 
La somma di cui ai punti 1-6 è pari ad euro 2.850,00 euro (costo medio stimato), che sommata agli 11.000,00 euro, porta ad un risarcimento di circa 14.000,00-15.000,00 euro.
 
Adiconsum ha attivato una mail dedicata per tutti i consumatori che vogliono aderire a tale offerta:
 
È altresì possibile contattare le sedi Adiconsum  e ricevere informazioni contattando:
tel. 06.44170273
dal lunedì al venerdì – ore 09.00 – 17.00
 
I passeggeri stranieri potranno anche rivolgersi per informazione ed assistenza al:
 
Centro Europeo Consumatori
telefono: 06.44238090
dal lunedì al venerdì – ore 09.00 – 17.00
e-mail: info@ecc-netitalia.it

Turismo – COSTA CROCIERE-http://www.adiconsum.it/Pages/News.aspx?n=1569.


Lascia un commento

SCIOPERO TIR

Si liberino strade ed autostrade. Stop alle speculazioni sui prezzi

 

Pietro Giordano, Adiconsum: “Guardia di Finanza e Mr. Prezzi facciano rispettare le norme vigenti in materia di prezzi,
colpendo chi specula

 

È intollerabile – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – che si tenti di mettere in ginocchio un Paese che cerca di uscire dalla recessione in cui versa, a causa della gravissima crisi economica che lo ha colpito.

A giudizio di Adiconsum scioperi selvaggi, quali quelli tuttora in corso, sono contro i cittadini e i consumatori e contro l’intera economia del Paese.

Non sono tollerabili – prosegue Giordano – comportamenti ricattatori da parte di una minoranza priva di etica e di senso di responsabilità. Il diritto di sciopero è un diritto fondamentale, ma non può diventare un’arma contro la democrazia e il vivere civile di un Paese.

Adiconsum – conclude Giordano – ha chiesto lo sgombero immediato di strade e autostrade e l’intervento della Guardia di Finanza e di Mr. Prezzi per colpire le speculazioni che stanno operando alcuni esercizi commerciali, sfruttando come sciacalli il blocco dei Tir.